fbpx

Fondelli da ciclismo: tutto quello che devi sapere

Fondelli da ciclismo: tutto quello che devi sapere

Il fondello per bici, com’è fatto e a cosa serve

Il fondello è una parte fondamentale dell’abbigliamento da ciclismo, a prescindere dal fatto che questo sport sia praticato a livello professionistico o dilettantistico: devono, infatti, esserne muniti tutti.
Il fondello da ciclismo è un’imbottitura realizzata in schiuma e/o combinata con altri materiali, come nel caso di inserti in gel, che viene posizionata all’interno del pantaloncino da ciclismo allo scopo di proteggere la zona inguinale, la zona del perineo femminile, la zona prostatica maschile e quella delle ossa ischiatiche del ciclista dalle vibrazioni e dai rimbalzi durante la pedalata.
L’imbottitura in schiuma può essere più o meno densa (si va dai 40 kg/m³ ai 120 kg/m³): più densa è l’imbottitura, più resistente è il fondello.
Oltre ai fondelli da inserire all’interno dei pantaloncini da ciclismo, esistono soluzioni come i fondelli applicabili direttamente all’intimo, ideali per chi ama portare i baggy shorts, o soluzioni per tri-atleti e per coloro che amano il gravel.

Un buon fondello per bici è in grado non solo di assorbire vibrazioni e urti, garantendo, quindi, il massimo comfort del ciclista, ma anche di migliorare la postura e, quindi, la performance sulla bicicletta.
Sia l’imbottitura sia il rivestimento esterno dovrebbero essere realizzati in materiali tecnici e di alta qualità in modo da conferire al fondello determinate caratteristiche di funzionalità:
1- Il fondello deve, in primo luogo, presentare un certo grado di morbidezza ed elasticità in quanto deve potersi adattare ai movimenti del ciclista.

2- Deve avere una certa memoria elastica, ossia deve essere in grado di ritornare alla configurazione originale dopo essere stato sollecitato, altrimenti avrà una durata molto breve.
3- Deve essere traspirante: pedalare indossando un indumento bagnato a contatto con la pelle, infatti, risulta davvero poco piacevole. La traspirabilità di un fondello dipende non solo dai materiali utilizzati, ma anche dall’eventuale presenza di canali e perforazioni: queste tecnologie sono, infatti, in grado di garantire la circolazione dell’aria e un’asciugatura davvero rapida.

Il fondello dovrebbe essere posizionato in maniera perfetta all’interno dei pantaloncini e, una volta indossato, non deve presentare eccessivi ingombri: le forme le sagomature e le varie tecnologie del fondello devono essere in grado di adattarsi all’anatomia del ciclista. Tutti questi dettagli possono davvero fare la differenza sotto tutti i punti di vista.
Una particolare attenzione va, infine, posta alla stampa di scritte e loghi sul rivestimento in tessuto: le stampe devono, infatti, essere realizzate attraverso appositi procedimenti in modo da non minare comfort e prestazioni.

Le differenze tra fondello per bici da uomo e da donna

La funzione fondamentale del fondello per bici è assicurare il comfort e la protezione della zona inguinale del ciclista.
Considerato quanto l’anatomia degli uomini si differenzi da quella delle donne soprattutto in quell’area, è piuttosto ovvio che i fondelli per bici da uomo debbano essere significativamente diversi da quelli da donna.
Per quanto riguarda la struttura ossea, le donne hanno un bacino più largo degli uomini: in particolare, l’arco pubico femminile risulta più ampio di quello maschile.

In conseguenza di questa diversa struttura ossea, le donne, quando si spostano in avanti sul sellino della bicicletta, avvertono una maggiore pressione sulla zona del pube. Un fondello per bici da donna deve essere realizzato tenendo conto di questa maggiore pressione, con un’imbottitura più supportante in corrispondenza del pube.
Il fondello da uomo invece, per la diversa conformazione anatomica maschile, a differenza di quello della donna, solitamente presenta un canale centrale che ha la funzione di scaricare la pressione sulla prostata.

In generale, il fondello per i ciclisti è generalmente più lungo, mentre quello per le cicliste ha una forma più corta e rotondeggiante.
Esistono in commercio anche fondelli per bici unisex, ma sono da evitare soprattutto per chi si dedica al ciclismo con costanza. Questi non assicurano infatti gli stessi livelli di comfort e di performance di quelli specifici per uomo o donna.

UOMO

DONNA

Come scegliere il fondello per bici

La differenza tra fondelli per bici da uomo e quelli da donna sono lungi dall’essere le uniche due caratteristiche che influiscono sulla scelta. Vi sono, infatti, molti altri fattori da non sottovalutare che influiscono sulla corretta scelta del fondello:
– la tipologia di bicicletta (da corsa, mountain bike o gravel)
– il tempo di percorrenza in bicicletta (lungo, medio o breve)
– il livello di esperienza e l’età del ciclista

La tipologia di bicicletta condiziona in maniera molto importante la scelta del fondello.
I fondelli per bici da corsa o strada mirano a proteggere in particolar modo l’area perineale, mentre i fondelli per mountain bike proteggono maggiormente la zona delle ossa ischiatiche. Per quanto riguarda i fondelli da gravel, invece, il maggior supporto è concentrato sia nella zona perineale che nella zona ossa ischiatiche.
I modelli per mountain bike presentano, inoltre, un’imbottitura più spessa e densa, considerate le maggiori sollecitazioni a cui è sottoposto il ciclista che pratica questa disciplina.
Esistono, inoltre, fondelli per Triathlon specifici per gli appassionati di questa disciplina: i modelli in questione garantiscono la massima ventilazione e il minimo ingombro in modo da poter essere comodamente indossati dal triatleta nel corso dell’intera competizione.

La durata dell’uscita in bicicletta può essere lunga (oltre le sei ore), media (tra le 4 e le 5 ore) o breve. Le uscite lunghe, ovviamente, richiedono un fondello più denso di quelle brevi.
Anche il livello del ciclista dovrebbe essere preso in considerazione quando si sceglie un fondello per bici. Mentre i professionisti in genere prediligono i modelli meno spessi e più rigidi, i principianti probabilmente necessitano di un’imbottitura più spessa e morbida in quanto non ancora abituati alla sella della bicicletta.
Esistono fondelli per bici specifici per bambini e ragazzi, che tengono in considerazione la diversa struttura fisica dei più piccoli rispetto agli adulti.
A differenza dei fondelli per adulti, quelli per bambini e ragazzi sono unisex.

TRIATHLON

TM_Triathlon

MOUNTAIN BIKE

TM_Evo_articolo

DA CORSA

TM_concept

Come prendersi cura del fondello per bici

I pantaloncini da ciclista e il fondello per bici dovrebbero sempre essere lavati dopo ogni utilizzo: lasciare l’indumento impregnato della salinità e dell’acidità causate dalla sudorazione può, infatti, non solo contribuire al precoce danneggiamento dello stesso, ma potrebbe anche incrementare il rischio di irritazioni della zona con cui sono a contatto.
Qualora non sia possibile lavare il fondello immediatamente dopo il rientro dall’uscita in bicicletta, è consigliabile almeno sciacquarlo velocemente sotto l’acqua fredda per poi lavarlo in un momento successivo.
Il lavaggio a mano è, senza dubbio, preferibile a quello in lavatrice. Nel caso si opti per quest’ultimo, vanno seguite alcune accortezze, in genere riportate anche sulle informazioni nelle etichette del pantaloncino.

In primo luogo, vanno evitate le alte temperature in quanto potrebbero danneggiare l’indumento; 30°C è la temperatura più adatta per il lavaggio del fondello in lavatrice. È falso che più calda sia l’acqua, maggiore è il potere battericida dei detergenti: a 30°C i detergenti sono perfettamente in grado di uccidere i batteri, senza però intaccare l’integrità dell’indumento.
È preferibile utilizzare detergenti delicati e ipoallergenici, ossia privi di profumi, agenti coloranti e sbiancanti e soprattutto parabeni: tracce di queste sostanze potrebbero, infatti, rimanere nel fondello nonostante un accurato risciacquo e contribuire a irritare la pelle del ciclista.
È consigliabile non aggiungere ammorbidenti o candeggianti in quanto potrebbero rovinare l’imbottitura del fondello, rendendolo troppo morbido.

Per eliminare l’acqua in eccesso prima di procedere all’asciugatura dell’indumento, è opportuno comprimerlo con le mani anziché strizzarlo.
L’asciugatrice va assolutamente evitata in quanto potrebbe seccare l’imbottitura del fondello: è meglio appenderlo o stenderlo in piano, senza, però, esporlo direttamente alla luce del sole.
Non serve stirare il fondello per bici, anzi il calore del ferro da stiro potrebbe danneggiarlo.

Ricapitolando, per prendersi cura di un fondello per bici è necessario:

  • sciacquare il fondello dopo ogni utilizzo e, se possibile, lavarlo quando prima con detergenti delicati
  • preferire il lavaggio a mano rispetto al lavaggio in lavatrice
  • evitare lavaggi con acqua calda, 30° sono sufficienti
  • evitare l’utilizzo di ammorbidenti o candeggianti
  • non strizzare il fondello ma eliminare l’eccesso di acqua comprimendolo tra le mani
  • evitare di esporre il fondello alla luce diretta del sole durante l’asciugatura
  • non stirare i fondelli

Cosa indossare sotto i pantaloncini da ciclismo

Sotto i pantaloncini da ciclismo o meglio a contatto con il fondello per bici, non bisogna indossare assolutamente nulla: questi  prodotti sono, infatti, pensati per stare a diretto contatto con la zona inguinale del ciclista sostituendo completamente l’utilizzo dell’underwear e garantendo caratteristiche di comfort, igiene e funzionalità.
Se si utilizzassero, mutande e boxer che non sono stati pensati per l’utilizzo specifico all’interno dei pantaloncini da ciclismo e non realizzati in tessuti tecnici si potrebbero creare fastidi, abrasioni cutanee e delle situazioni poco confortevoli.
In primo luogo, i prodotti underwear  non essendo in grado di assorbire velocemente il sudore,  potrebbero rimanere bagnati anche a lungo: indossarli al di sotto del fondello per bici è, quindi, un errore in quanto vanifica una delle funzioni dello stesso.
In secondo luogo, la biancheria intima, a differenza dei fondelli per bici, presenta sulla sua superficie cuciture anche molto spesse che, sfregando contro la pelle del ciclista, potrebbero causare arrossamenti e irritazioni.
Per chi non ama portare i pantaloncini da ciclismo, la soluzione ottimale è optare per i fondelli underwear, che possono essere indossati al di sotto dei vestiti normali. Questi modelli hanno, in genere, una densità media e una superficie superiore estremamente liscia che ne accresce ulteriormente il comfort, senza minarne il supporto.
Anche i fondelli underwear si distinguono in modelli da uomo o da donna e sono sagomati tenendo conto delle diverse strutture anatomiche.
Alcuni ciclisti amano applicare sul fondello per bici una crema allo scopo di ridurre ulteriormente lo sfregamento: è fondamentale che si tratti di una crema specifica per questo indumento anche se tutti i tessuti di nuova generazione non necessitano di nessun trattamento.